Con questo confronto tra i raccordi elettrosaldabili e i raccordi push-fit per tubi in PE vogliamo fornire un supporto nella scelta tra i due raccordi, tenendo in considerazione tempi e costi d’installazione. Prima di passare alle differenze tra le due soluzioni attualmente disponibili sul mercato, è necessario partire da un punto comune, ovvero la qualità dei raccordi.

raccordi elettrosaldabili vs push-fit

1. Raccordi elettrosaldabili Vs push-fit.

Cosa sono e come funzionano i raccordi elettrosaldabili

I manicotti elettrosaldabili sono raccordi utilizzati per la giunzione di tubi in polietilene per acqua e gas. I raccordi a elettrofusione sono prodotti in PE 100 ad alta densità, per garantire appunto la saldatura tra le pareti del raccordo e del tubo. Questo tipo di saldatura viene effettuata scaldando la resistenza elettrica che si trova all’interno tramite l’apposita macchina saldatrice. I parametri da impostare quali temperatura e tempo d’installazione sono presenti nell’etichetta e possono essere letti dal macchinario tramite il codice a barre.

manicotto elettrosaldabile

2. Manicotto elettrosaldabile.

Pro dei raccordi elettrosaldabili

L’elettrofusione permette una giunzione sicura e affidabile, grazie alla diffusione uniforme del calore. La lettura automatica da parte della macchina riduce le operazioni che l’operatore deve svolgere durante l’installazione. Inoltre, data la sicurezza del sistema, questa soluzione è attualmente la più utilizzata per il settore del gas.

Contro dei raccordi elettrosaldabili

La saldatura porta via tempo e implica la presenza di personale qualificato che, come in Europa, deve essere formato e acquisire una certificazione per la saldatura. I costi si alzano anche a causa della presenza del macchinario che deve essere acquistato o affittato. Le condizioni esterne possono inoltre inficiare il risultato finale compromettendo la saldatura. Per questo motivo, operare con il caldo estremo o il freddo pungente porterà a un prolungamento importante dei tempi, un aumento dei costi e a una più alta probabilità di incorrere in problemi d’installazione.

Resistenza manicotto EF

3. Resistenza inserita all’interno del raccordo a elettrofusione.

Cosa sono e come funzionano i raccordi push-fit

I raccordi push-fit sono raccordi di giunzioni per connettere tubi in polietilene con pressioni fino a PN16 (SDR11). I raccordi push-fit sono costruiti in polipropilene e vengono inseriti direttamente sul tubo a mano o tramite l’utilizzo di inseritori che facilitano il lavoro. Questi manicotti sono la soluzione ideale per le applicazioni acquedottistiche.

Risparmiare tempo e denaro con i raccordi Plug&Play®, i push-fit made in SAB

In SAB abbiamo sviluppato i raccordi Plug&Play® per offrire ai nostri partner una soluzione semplice e performante in grado di ridurre sensibilmente i tempi d’installazione. Questi raccordi sono dotati di guarnizione di tenuta a labbro e speciale pinza conica antisfilamento, che rendono Plug&Play un prodotto semplice e veloce per l’installazione dell’utilizzatore finale ed affidabile nel tempo.

raccordi push-fit Plug&Play

4. Raccordi push-fit Plug&Play.

I benefici

Grazie ai manicotti push-fit sviluppati da SAB è possibile evitare le saldature, l’utilizzo di colle e il superamento dei serraggi meccanici tipici dei raccordi a compressione. Proprio per la loro facilità d’installazione, sono l’ideale anche per riparazioni in cantieri in centri storici, zone impervie e in situazioni poco favorevoli ad esempio con temperature estreme.

La mancanza di macchinari e la sensibile riduzione dei tempi di posa garantisce un risparmio di tempo e denaro consistente. Per avere un confronto reale sui tempi di riduzione, abbiamo stimato che l’inserimento di un manicotto Ø90 elettrosaldabile è di circa 18 minuti (montaggio, saldatura e raffreddamento) mentre per un manicotto Plug&Play® è, invece, di 30 secondi (qui il video).

La qualità

L’utilizzo di materie prime vergini e la presenza di certificazioni rilasciate dagli enti accreditati sono fondamentali per capire se stiamo acquistando un prodotto di qualità oppure no. In linea generale, le certificazioni, da sole, garantiscono anche la conformità della materia prima. Questo raccordo è stato sottoposto alle principali certificazioni Internazionali, per poter lavorare a contatto con l’acqua potabile e soddisfa i requisiti richiesti dalle seguenti normative:

  1. UNI9561
  2. AS/NZS4129
  3. BRL-K17105
  4. DIN8076
  5. ISO17885

In SAB consigliamo di utilizzare questo tipo di soluzioni affidabili e semplici per ottimizzare le risorse a disposizione dell’installatore.

raccordi Plu&PlaT SAB

5. raccordi Plug&Play sezionati e in posa.

Scopri di più sul Plug&Play