L’installazione del sistema di canalizzazione nelle opere drenanti è un’operazione delicata che richiede la massima attenzione per garantire le massime prestazioni a lungo termine. Dopo aver analizzato i diversi materiali presenti sul mercato e tutti i benefici delle canalette in plastica, è necessario prestare attenzione al processo di installazione. Possiamo suddividere il processo d’installazione in due fasi:

  • Montaggio del canale
  • Posa del canale

Montaggio canalette di scolo in polipropilene

I canali in polipropilene possono essere facilmente trasportati e montati direttamente in cantiere e, per questa ragione, la prima fase è appunto quella legata al montaggio della griglia attraverso il kit di ancoraggio. Tale procedura si suddivide in 3 step:

  1. Inserire i profili di rinforzo di metallo e piazzare le griglie (fig.1)
  2. Avvitare e serrare viti e zanche (fig. 2), allargare le zanche a 45° (fig. 3)
  3. Assemblare fra loro i canali per il tratto che si desidera posare, ogni canale va inserito nel successivo fino a far scattare il dente di battuta (fig. 4)
Montaggio canalette

1. Montaggio delle canalette.

Installazione del canale in polipropilene

Dopo aver montato i canali di drenaggio si passa allo step successivo, ovvero l’installazione. Tale procedura prevede la preparazione del terreno, la posa dei canali e il rinfianco dei lati:

  1. Effettuare lo scavo a trincea di dimensioni adeguate (fig. 1), compattare il fondo.
  2. Gettare il letto in calcestruzzo di spessore adeguato (fig. 2).
  3. Posare i canali (fig. 3).
  4. Rinfiancare i lati del canale con idoneo calcestruzzo (vedi composizione del calcestruzzo) dello spessore indicato nelle tabelle di posa (fig. 4), il calcestruzzo deve essere vibrato e rinzaffato con estrema cura, deve riempire tutti gli interstizi ed essere compatto sotto i bordi del canale (fig. 5). Nelle classi di carico più elevate (E600 F900) è consigliabile un’armatura di ripartizione dei carichi.
  5. Quando il calcestruzzo si è solidificato procedere alla stesura della pavimentazione finale in asfalto, massetto o pavé, in questa fase è consigliabile coprire le griglie con della pellicola per evitare di sporcarle.
Come installare le canalette in plastica

2. Come installare le canalette in plastica.

Installazione dei canali nelle diverse superfici

In linea generale, la procedura che abbiamo elencato è una procedura che può essere replicata in molti casi applicativi. Tuttavia, possiamo distinguere tra l’installazione su asfalto (fig. 1 e 2), asfalto drenante (fig. 3), calcestruzzo (fig. 4) e pavé (fig. 5).

Dimensioni del rinfianco delle canalette

Oltre al tipo di superficie, ciò che influisce sulla dimensione del rinfianco in calcestruzzo è la destinazione d’uso del canale con la conseguente classe di carico. Banalmente, più il canale è soggetto a forze e sollecitazioni e più il rinfianco aumenterà di spessore. Ad esempio, prendendo in considerazione un calcestruzzo con Rck (EN 206-1), dovremo considerare le seguenti dimensioni per il rinfianco:

  • Canalette A15: larghezza 100mm e altezza 80mm
  • Canalette B125: larghezza 100mm e altezza 100mm
  • Canalette C250: larghezza 150mm e altezza 150mm
  • Canalette D400: larghezza 200mm e altezza 200mm
  • Canalette E600: larghezza 200mm e altezza 200mm
  • Canalette F900: larghezza 250mm e altezza 250mm
Installazione dei canali nelle diverse superfici

3. Installazione dei canali nelle diverse superfici.

Errori da evitare nell’installazione di un sistema di drenaggio

Successivamente all’installazione di un sistema di drenaggio possono purtroppo insorgere alcune problematiche, come allagamenti o ristagni di acqua. Per quali ragioni? Possiamo suddividerle in tre principali categorie:

  • Errori di progettazione;
  • Scelta sbagliata dei materiali o del prodotto;
  • Posa non realizzata a regola d’arte.

Errori di progettazione

In fase di progettazione è possibile che siano stati commessi degli errori nel calcolo della portata d’acqua e di conseguenza indurre il committente all’acquisto di canali troppo piccoli e/o tubi di scarico di diametri insufficienti a garantire il corretto deflusso dell’acqua piovana.

Scelta sbagliata dei materiali

Se i calcoli sono stati eseguiti correttamente, la ragione potrebbe risiedere nella scelta errata dei materiali utilizzati. Le forze in gioco quali la portata dell’acqua e le sollecitazioni esterne causate dai veicoli o l’effetto deteriorante causato da eventi atmosferici e sbalzi termici possono intaccare la stabilità strutturale dei canali o del rinfianco in calcestruzzo.

Posa non realizzata a regola d’arte

Non seguire le istruzioni di posa presenti su questo articolo può causare l’insorgenza di problemi nel sistema di drenaggio. Installare a una pendenza errata i canali potrebbe generare spiacevoli ristagni di acque meteoriche mentre non rispettare le specifiche del letto di posa, dello spessore del rinfianco o sopravvalutare la portanza del fondo possono portare a cedimenti o rotture dei canali.

Errori nell’installazione di un sistema di drenaggio

4. Errori nell’installazione di un sistema di drenaggio.

Per maggiori informazioni su come installare i canali di drenaggio è possibile scaricare il nostro manuale d’installazione e consultare il nostro team di ingegneri e progettisti per qualsiasi dubbio o necessità visitando la nostra pagina contatti.

Sabdrain