Irrigazione a goccia dei pomodori

Il pomodoro è una delle colture più diffuse al mondo. Nel 2018 i volumi mondiali hanno sfiorato i 34.8 milioni di tonnellate. L’Italia, assieme agli Stati Uniti e la Cina, coprono il 56% della produzione totale annua. Nel 2019 la produzione è cresciuta del+6.4% a livello mondiale, stimolata dalla crescente domanda proveniente da tutto il globo.

Esigenze e caratteristiche dei pomodori

Apparato radicale: le radici sono abbastanza profonde e variano dai 0.5 ai 1.5 m di lunghezza.

Foglie: grandi e formate da più foglioline diverse, ricoperte da corti peli ghiandolari;

Fusto: indeterminato se continua a crescere in altezza. Determinato se la gemma apicale si trasforma in infiorescenza e la pianta assuma una forma cespugliosa;

Fiori: da 4 a 12 per infiorescenza, sono gialli e bisessuati;

Frutto: bacca di forma e dimensioni variabili di colore rosso quando raggiunge la completa maturazione. 95-96% polpa, 2-3% semi, 1-2% buccia;

Terreno: predilige terreni sciolti, ricchi di nutrienti e sostanze organiche. Richiede inoltre un buon drenaggio per evitare ristagni. pH consigliato tra 6 e 7 poiché predilige terreni neutri o tendenti al sub-acido ma si adatta anche a terreni leggermente alcalini purché supportati da un adeguata concimazione organica;

Preparazione del terreno: nei terreni argillosi la lavorazione deve essere effettuata per tempo per dar modo al terreno di prendere struttura e poter quindi effettuare una giusta affinatura al momento del trapianto. Nei terreni sciolti, la lavorazione e il trapianto possono anche avvenire in concomitanza;

Clima: preferisce climi temperati-caldi. La sua temperatura ottimale è di 20/24°C. 10/12°C è la temperatura limite, sotto la quale smette le proprie attività fisiologiche, mentre al di sotto dei 2/3°C, invece, muore.

irrigazione a goccia pomodori

Tipologie di produzione: pomodoro da industria

Viene prodotto per essere poi trasformato per produrre pelati, concentrati, succhi, farine, ecc. Tendenzialmente vengono usate varietà a sviluppo determinato ovvero dove le gemme apicali si trasformano in infiorescenze e la pianta cessa di svilupparsi in altezza. La varietà più utilizzata, specialmente per la produzione di pelati, è il San Marzano. Il Pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese-Nocerino, utilizzato per la produzione di pelati e prodotto esclusivamente dalle provincie di Salerno, Napoli e Avellino, è tutelato a livello europeo come produzione di qualità.

Tipologie di produzione: pomodoro da mensa

I pomodori da mensa sono prodotti per essere messi in commercio senza aver subito un processo di trasformazione. Le tante varietà selezionate per questa tipologia di consumo permettono di effettuare piantagioni in stagioni differenti, garantendo così una produzione durante tutto l’anno.

  • Frutti rotondi, globosi, uniformi
  • Polpa consistente
  • Colore dal verde al rosso
  • Pochi semi
  • Resistenza alle malattie e alle manipolazioni

Anche per questa tipologia l’Italia vanta una varietà riconosciuta a livello europeo, ovvero il Pachino. Questa tipologia può assumere quattro forme diverse: il pachino tondo e liscio, a grappolo, costoluto detto anche “riccio” e il ciliegino.

Come raggiungere la massima produttività con l’irrigazione a goccia

Il pomodoro, anche per esprimere tutta la sua potenzialità produttiva, richiede apporti idrici molto elevati, specialmente nella fase subito dopo il trapianto. È importante quindi scegliere una corretta tecnica irrigua.

L’irrigazione a goccia risulta molto performante, rispetto ad altri metodi irrigui, in quanto localizza l’acqua direttamente nei pressi dell’apparato radicale evitando sprechi causati del vento o dall’evapotraspirazione. La bassa pluviometria dell’irrigazione a goccia permette un attento controllo della profondità di bagnatura, evita lisciviazione profonda di elementi nutritivi, evita il compattamento del terreno dovuto all’azione battente dell’acqua data per aspersione e permette il risparmio di una preziosa risorsa: l’acqua. Solo con il metodo dell’irrigazione a goccia, infatti, si possono ottenere coefficienti irrigui del 90-95%, che stanno a indicare il rapporto tra l’acqua irrigua che viene resa disponibile per la pianta e l’acqua erogata.

Un’altra caratteristica dell’irrigazione a goccia è che lavora a pressioni minori rispetto ad altri metodi irrigui, permettendo un elevato risparmio energetico ed economico.

Scarica la guida sull'irrigazione di precisione del pomodoro

Grazie all'irrigazione di precisione puoi migliorare la produttività delle tue colture e allo stesso tempo ridurre sensibilmente l'utilizzo di acqua. Scarica le nostre guide per conoscere tutti i benefici dell'irrigazione a goccia. Troverai un esempio di impianto progettato dai nostri agronomi.
Download

I benefici dell’irrigazione a goccia: riduzione del rischio di malattie

L’irrigazione controllata e diretta sul terreno data dall’impianto a goccia, impedisce la bagnatura dell’intera pianta evitando quindi un aumento dell’umidità nell’apparato fogliare e nei frutti.

Questa caratteristica è molto importante poiché un aumento dell’umidità fogliare sulla pianta del pomodoro in un periodo dell’anno contraddistinto da alte temperature potrebbe far insorgere importanti malattie fungine, batteriche e virali.

Le malattie più comuni che si riscontrano nel pomodoro sono:

  • Malattie fungine: peronospora, alternaria, cladosporiosi, muffa grigia
  • Malattie batteriche: maculatura, cancro, clavibacter
  • Alterazioni fisiologiche: marciume apicale o “culo nero”, o causate anche da attacchi di insetti (ragno rosso, tuta ecc.)

I benefici dell’irrigazione a goccia: sostenibilità e fertirrigazione

L’acqua è una risorsa limitata quindi è importante valutare l’impatto ambientale di ciò che si utilizza. Vari studi hanno dimostrato quanto sia efficiente la tecnica irrigua a goccia per quanto riguarda il risparmio idrico. Infatti l’esperimento sopra citato del dipartimento del Sher-e-Bangla Agricultural University in Bangladesh, ha riscontrato che, con la corretta gestione dell’impianto a goccia, si può raggiungere un risparmio idrico dell’80%.

L’irrigazione a goccia è di fatto una tecnica irrigua sostenibile e utilizzata anche in zone molto aride del nostro pianeta. La tecnica della somministrazione tramite goccia permette all’agricoltore, grazie all’alta efficienza irrigua, un elevato risparmio idrico e grazie ad una bassa pressione d’esercizio un alto risparmio energetico. Questa efficienza si è dimostrata maggiore del 38% rispetto a tecniche irrigue convenzionali. L’irrigazione a goccia è una delle poche tecniche irrigue che permette il corretto utilizzo della fertirrigazione (acqua d’irrigazione e fertilizzanti). La fertirrigazione è una pratica agronomica oramai largamente utilizzata e conosciuta grazie alla quale è possibile, non solo risparmiare acqua, ma anche unire i fertilizzanti per ridurre così il carico salino nei terreni in coltivazione e conseguentemente aumentarne la produttività.

I benefici dell’irrigazione a goccia: aumento grado brix

La fertirrigazione tramite impianto a goccia permette di concentrare il nutrimento direttamente dove è l’apparato radicale riducendo quindi inutili sprechi e costi. La possibilità d’intervenire con prodotti radicali e nutritivi in qualsiasi momento, permette un maggiore controllo dei gradi BRIX ottenendo bacche con un più alto contenuto zuccherino e quindi di maggior qualità.

Lo studio “Periurban Vegetable Production Project (PUVeP)” condotto dalla Xavier University College of Agriculture nelle Filippine sulla coltura del pomodoro, ha messo in luce i benefici dell’irrigazione a goccia rispetto a quella ad infiltrazione laterale. Sono state selezionate 10 aziende agricole in diverse zone delle Filippine e a ognuna è stato chiesto di adottare sia la fertilizzazione tramite irrigazione a goccia che tramite infiltrazione laterale, suddividendo in due parti gli appezzamenti.

Risultati

9 aziende su 10 hanno riscontrato un incremento della produttività grazie alla fertirrigazione attuata tramite irrigazione a goccia. Dai dati emerge una produzione di 56.8 t/ha con la fertirrigazione a goccia rispetto ai 33.5 t/ha dell’infiltrazione laterale. Tutti gli agricoltori che hanno partecipato a questo studio hanno affermato quanto sia più facile l’applicazione di fertilizzanti tramite irrigazione a goccia, che elimina il problema di erosione del suolo.

Scarica la guida sull'irrigazione di precisione del pomodoro

Grazie all'irrigazione di precisione puoi migliorare la produttività delle tue colture e allo stesso tempo ridurre sensibilmente l'utilizzo di acqua. Scarica le nostre guide per conoscere tutti i benefici dell'irrigazione a goccia. Troverai un esempio di impianto progettato dai nostri agronomi.
Download

I prodotti dell’Irrigazione a Goccia